martedì 2 agosto 2011

Al super con papà!

Oggi giornatona super impegnativa, eravamo di spesa.
Visto che domani si parte e che mio fratello che non ha le ferie rimane a guardia del fortino e - soprattutto - del gatto, era necessario fare un po' di scorta di viveri per entrambi, quindi oggi puntatina al supermercato!
Io AMO fare la spesa, sono una vera donna di casa in questo senso...il mio unico e piiiiiiiccoliiiiiissimo problema è che in genere quando vado al supermercato ho una lista di 4/5 cose e esco con almeno 3 borse piene...
Figuriamoci quando vado con mamma&papi che non devo manco pagare!

In questo sono uguale a mio padre, è da lui che ho ereditato la dote degli acquisti inutili e compulsivi, è un po' una mania la nostra, in ogni scaffale troviamo qualcosa che assolutamente non ci serve, ma che d'impulso scopriamo di desiderare ardentemente e quindi lo acquistiamo immediatamente, ma con nonchalance.
Mia madre sostiene che siamo entrambi dei geni del lancio nel carrello, io poi tendo anche alla mimesi...nascondo ben bene l'oggetto incriminato sotto tutto il malloppo di altra roba e faccio finta di nulla quando salta fuori alla cassa.
Mio padre invece è più plateale: punta, afferra e butta. Se mia madre si lamenta fa come nei film di Sissi, avete presente il vecchio suocero che fingeva di essere sordo con la moglie? Ecco. Uguale!

Fino a qualche anno fa pensate che eravamo in totale competizione, facevamo proprio a gara a chi acchiappava più roba, e ogni volta mia madre ci puniva entrambi facendoci riportare indietro sconsolatissimi il malloppo. Anche se spesso i nostri begli occhioni da cucciolo di foca (IO) e cucciolo di panda in estinzione (LUI) la intenerivano a tal punto da lasciar perdere, in genere ciò accade quando facciamo incetta di dolci.
Sul resto è dannatamente meno tollerante.

Ora invece ci siamo alleati, abbiamo scoperto che insieme possiamo fare grandi cose: uno la distrae con un diversivo e l'altro afferra e nasconde. In genere lui opta per la distrazione, perché "non sono più agile come quando avevo 80 anni" [cit. dell'Avv. George Hautecourt degli Aristogatti, ditemi che faceva ridere anche voi vi prego!!!) come dice il babbo, ma la vera ragione è che se poi mia mamma mi sgama mentre riempio il carrello alle sue spalle, lui si unisce in coro al cazziatone! E finge di non sapere nulla del piano diabolico.

Oggi è stata la volta del pesce spada affumicato. Entrambi lo adoriamo, era in offerta, invitante e succulento nella sua splendida confezione color borgogna della Coop, è bastato un cenno e ci eravamo già capiti.
Solo che la mamma ha colto il suo gesto e mi ha intimato di non muovermi.
E' stato un brutto momento, ma lui da grandissimo esperto del depistaggio le ha indicato un melone dal profumo delizioso e lei in un nanosecondo ha spostato la sua attenzione su altro.
Io, silenziosa come una lince e rapida come un furetto, ho portato a compimento il piano.
Solo che arrivati alla cassa l'immancabile paiolo, con annesse altre mamme che annuivano e istruivano a non farlo mai ai loro bimbi, non come "quella là".
Sì, la quella là della situazione ero io. E mi sono sentita molto molto molto cattiva.

E mio padre se la rideva sotto i baffi, letteralmente!

4 commenti:

  1. A me capita la stessa cosa, ma con mia mamma. Mio padre è quello che non vuole mai spendere!

    RispondiElimina
  2. Hahahah! Sì, faceva ridere anche me quella battuta degli aristogatti. :D
    Bellissimo racconto quello della spesa... Ma alla fine il pesce spada affumicato è stato comprato o no?

    RispondiElimina
  3. Preso preso, e mangiato! Una delizia!

    RispondiElimina
  4. ahaahah Io sono così nelle ferramenta o nei brico ecc.. appena entro, come mio padre, non capisco niente voglio comprare tutto, martello, chiodi, avvita e svita elettrico e chi più ne ha più ne metta!! Mia sorella, ed il mio ragazzo mi frenano sempre :( ma quando sono con mio padre :D si fa incetta di tutto!!
    P.s. solo ora ho capito che avevi un blog.. e che mi piace anche tanto! ce la posso fare! @_@
    :D

    RispondiElimina